domenica 24 maggio 2009

Pie di crema cotta al profumo di vaniglia e noce moscata


(postato da Amanda in una delle ML che frequento)

Servono:

3 uova
115 gr di zucchero
un pizzico di sale
1/2 lt di latte
1 baccello di vaniglia
un paio di cucchiai di burro fuso
noce moscata macinata
1 disco di pasta brisée comprato o fatto in casa

Accendere il forno a 240°.
Stendere in una teglia da crostata, rivestita di carta forno, la pasta brisée e spennellarla con il burro fuso.
Si mette a scaldare il latte con il baccello di vaniglia, precedentemente tagliato in due con le forbici in modo che escano i semini (sono quelli che profumano!).
Si frullano le uova con lo zucchero e un pizzichino di sale fino ad averle bianche e spumose, si aggiunge il latte (togliere il baccello, prima!).
Rovesciare questo composto dentro la pasta brisée, spolverizzare con un poco di noce moscata macinata e infornare a 240° per 10 minuti, poi abbassare a 160° e continuare la cottura per altri 30 minuti.
Lasciar raffreddare un poco, poi sformare sul piatto di portata e servire a temperatura ambiente.

Il commento della copiona: è un dolce semplicissimo e leggero, che mi ricorda molto il bostrengo che facevano nella famiglia del mio babbo (quando sarà stagione, lo farò e lo pubblicherò :-D ).
Io ho usato una teglia da crostata molto grande, 30 o 32 cm, e per questo è venuto molto sottile ed è così che mi piace. Nulla vieta di farlo in uno stampo più piccolo di diametro, ma dai bordi più alti.
Volendo si può decorare con frutta fresca al naturale: le fragole, per esempio, tagliate a metà ci stanno benissimo!

1 commento:

fantasie ha detto...

Buona e semplice... what else?

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin