sabato 18 aprile 2009

Costine à la Giorgio

Giorgio è mio marito e queste costine sono state servite ad un incontro coquinario a casa mia. Quando ho raccontato agli ospiti che per questa ricetta mi sono ispirata al film Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno (vi ricordate il barbecue a base di marito violento e manesco? :-D) qualcuno ha pensato di ribattezzarle così, anche se Giorgio, l'amore della mia vita, è la persona più mite, dolce, rispettosa che io abbia mai incontrato nella mia vita. E avendo avuto anche la fortuna di sposarlo :-* , non mi passa neanche per la testa di cucinarlo :-)

Servono:

  • Costine di maiale, in quantità a piacere (dipende anche da quanto grande è il vostro tegame :-D )
  • rosmarino
  • aglio
  • sale e pepe
  • succo di limone

Si mettono le costine in un tegame antiaderente con sale, pepe, il succo di un limone, rosmarino e aglio.
Si copre con acqua a filo e si mette il tegame sul fornello a fuoco basso e senza coperchio.
Ci vogliono due o tre ore, quindi calcolate per tempo... quando l'acqua si sarà esaurita, le costine cominceranno a rosolare e diventeranno di un bel colore dorato.

Il commento della copiona: il risultato sarà carne morbida, ma asciutta, come fosse stata fatta sulla griglia, ma senza fumi né odoracci (solo profumini ) in giro per casa..
Per la foto, grazie a Tina/Rompyna di coquinaria

2 commenti:

Marisa ha detto...

Buone le costine...
Senti maaaaaa..... il limone quando lo metto?

annaginger ha detto...

hai ragione, va spremuto nell'acqua!
adesso correggo :-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin