venerdì 29 luglio 2011

Caponatina agrodolce (perchè i crostini ad un aperitivo non sono mai troppi)

Ammetto che utilizzo il termine caponatina con un po' puzza sotto il naso, perchè i diminutivi in cucina li detesto (come detesto anche i menu scopiazzati dal francese, i nomi dei piatti che occupano un capitolo e gli articoli possessivi), però il termine si addice perchè la quantità è piccola e i pezzetti piccoli.
Ottima come contorno, io l'ho usata spalmata su crostini di pane.

Servono:
  • 1 grossa melanzana
  • 2 grosse cipolle
  • olio extravergine di oliva
  • 1 barattolo di pomodori pelati
  • 2 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro
  • 1 manciata di olive verdi farcite di peperone, tagliate a rondelle
  • 1 tazzina da caffè di aceto
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiaiate di capperi
  • prezzemolo tritato
  • basilico tritato
  • sale e pepe

Accendere il forno a 200° .
Lavare la melanzana e, senza sbucciarla, tagliarla a cubetti regolari e metterla insieme alle cipolle affettate in una teglia da forno. Condire con qualche cucchiaio d'olio, poi chiudere la teglia con un foglio di alluminio e infornare per circa 20 minuti o fino a quando la melanzana sarà ammorbidita.
Mettere in una pentola tutti gli altri ingredienti, mescolare, poi aggiungere melanzana e cipolle ammorbidite in forno. Cuocere sul fornello per una quarantina di minuti, mescolando spesso, fino a quando il liquido sarà assorbito e la salsa si sarà addensata.
Aggiustare di sale e pepe, togliere dal fuoco e far raffreddare.
Servire a temperatura ambiente come contorno o spalmato su pane croccante.

Il commento della copiona: gustoso!

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin