mercoledì 26 agosto 2009

Tonno di pollo


(questa mi è venuta in mente l'altro giorno mentre ero in vacanza, leggendo in una rivista un riferimento al tonno di coniglio. Ho pensato che poteva essere una buona idea farlo col pollo e - naturalmente - dopo averlo realizzato, ho scoperto che non ho inventato nulla, perchè il web pullula di ricette con lo stesso nome. Comunque, stavolta, non ho copiato nulla ma ho partorito un'idea che - casualmente :-D - altri avevano partorito prima di me... e vabbè, io non sono gelosa :-DDD )

Servono:

4 cosce di pollo con la loro anca
odori per il brodo
salvia
alloro
grani di pepe rosa
bacche di ginepro
aglio
olio extravergine di oliva

Per cominciare, si lessano le cosce di pollo con i soliti odori (io uso carota, cipolla steccata con un chiodo di garofano, sedano, una foglia di alloro) e quando sono cotte si lasciano raffreddare nel brodo (che naturalmente non va buttato, ma si riutilizza in cucina!).
Una volta fredde, si disossano, si toglie la pelle e si sfilacciano.
La carne così ottenuta va messa a strati in una terrina o in un grosso barattolo di vetro, inframezzandola a spicchi d'aglio intero, a foglie di salvia e di alloro, a grani di pepe rosa e bacche di ginepro.
Si pressa leggermente con il dorso di un cucchiaio e poi si ricopre completamente di olio extravergine di oliva.
Si lascia riposare in frigo due o tre giorni e poi si consuma, scolandolo dall'olio, insieme a verdure fresche o insalata.
L'olio che avanza, saporito e profumato, può essere usato per condire crostini o per cucinare carne.

Il commento della copiona: si fa prestissimo a fare ed è un supplizio di Tantalo aspettare che passino i due o tre giorni di marinatura. Gli aromi possono cambiare a piacere, ma a me piacciono molto quelli che ho usato.

2 commenti:

lorenzo ha detto...

Ho provato, ma non mi è riuscito bene... il pollo non aveva molto sapore: sembrava un po' insipido, anche se il brodo alla fine era risultato salatissimo.

Anna Podda Zoffoli ha detto...

la coscetta di pollo lessa è in effetti piatto ospedaliero e non sa di molto ;-)
io carico molto con gli odori, quando faccio il brodo, perchè mi piace fragrante. Carota, sedano (molto), cipolla, pepe in grani, foglia di alloro, mazzetto di prezzemolo, a volte uno spicchio d'aglio.
Più che aumentare il sale - che serve solo a rendere il brodo appunto salatissimo - aumenta gli odori della cottura e anche quelli della marinatura. In questo modo dovrebbe riuscirti bene :-)
ciao!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin