lunedì 30 marzo 2009

Zenzero candito


(questa l'ho copiata dalla Chandrina che è una cuoca straordinaria e persona adorabile e affidabile :-*)

Servono:


1 grosso rizoma di zenzero fresco e sodo
acqua
zucchero semolato

foto

Pelare il rizoma (questa operazione si può svolgere agevolmente usando il bordo di un cucchiaino come fosse un coltello) e tagliarlo a fettine di circa mezzo centimetro.
Mettere le fettine in una pentola e coprirle a filo di acqua fredda, mettere al fuoco e far bollire per venti minuti.
Scolare e, se si vuole (io di solito voglio :-D ) tenere da parte l'acqua e bersela, così com'è oppure zuccherata o diluita con altra acqua o usata per fare un the... pizzica un po', ma è buonissima!

Pesare le fettine di zenzero scolate, unire pari peso di zucchero e rimettere nella pentola, senza aggiunta di acqua, facendo cuocere fino a quando lo zenzero diventa quasi trasparente.
Prendere poi ogni singola fettina e passarla in zucchero semolato, fino a ricoprirla tutta.
Far asciugare le fettine all'aria, senza sovrapporle e conservarle poi in vasi di vetro a tenuta ermetica.

Il commento della copiona: potrei farmi del male, con lo zenzero candito. Mi piace il suo sapore piccante, il retrogusto di limone, la dolcezza dello zucchero che si sposa a meraviglia con la consistenza del rizoma così trattato.
Lo zenzero è un potente antinausea naturale, antiemetico, digestivo. Non è meraviglioso curarsi con cibi che sono anche squisiti?

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin