domenica 20 giugno 2010

Patate e totani alla nostalgia siciliana

Non so se in Sicilia facciano una cosa del genere... ma stamattina mi è capitato tra le mani un sacchettino di passolina e pinoli e che mi ha mandato da Palermo la mia amica Barbara e mi è venuta nostalgia della Sicilia, delle mie amiche e dell'estate.
Alla fine, ho mescolato un po' di spunti letti qua e là e per il pranzo di oggi ho tirato fuori questo piatto che la famiglia ha molto apprezzato.

Ho usato:
  • 500 gr di anelli di totano
  • 1 kg circa di patate
  • tre manciate abbondanti di pomodori ciliegini
  • due cucchiaiate di uvetta e pinoli
  • 2 spicchi d'aglio
  • tre manciate di olive nere
  • olio extravergine di oliva
  • pepe e sale

Pelare le patate e tagliarle a tocchetti, poi tenerle un po' a bagno in acqua fredda.
Lavare i pomodori e tagliarli a metà.
Soffriggere in una larga padella abbondante olio con gli spicchi d'aglio pestati, aggiungere i pomodori, l'uvetta e i pinoli, le olive e soffriggere brevemente.
Unire poi i totani e le patate scolate.
Salare, pepare, incoperchiare e cuocere per 45-50 minuti, assaggiando dopo la prima mezz'ora perchè il tempo di cottura delle patate dipende dalla loro qualità: tenerle comunque un po' sode, perchè il piatto migliora se preparato in anticipo e poi riscaldato al momento di andare in tavola.
Non dovrebbe essere necessario aggiungere liquidi, perchè i pomodori e le patate ne rilasciano a sufficienza ma, nel caso, unire un po' di acqua o di brodo o anche vino bianco.
Far riposare un po' prima di servire, meglio se qualche ora: i sapori maturano e il gusto del piatto ne guadagna.

Il commento della copiona: la quantità di totani si potrebbe raddoppiare... oggi ho usato quello che avevo... buonissimo piattino!

1 commento:

Federica ha detto...

ammazza che buoni!!brava!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin