domenica 13 settembre 2009

Fichi ripieni di tapenade di olive nere


(questa viene da una delle mie mailing list)

Servono:

  • una ventina di fichi piccoli, maturi e sodi
  • 30 olive nere snocciolate
  • 4 cucchiaini di capperi sott'aceto
  • 2 filetti di acciuga
  • un pizzico di timo secco (appena poco di più se fresco)
  • olio extravergine di oliva

Si mette tutto nel frullatore (tutto tranne i fichi!), fino ad ottenere un composto amalgamato ma non troppo liscio: devono rimanere dei piccoli pezzetti di oliva.
Si puliscono i fichi con un po' di carta da cucina bagnata e strizzata, si fa un taglio a croce, senza arrivare fino in fondo, ma in modo da aprirli.
Dentro ogni fico si mette un po' di tapenade.
Si dispongono i fichi così preparati sul piatto di portata e si lasciano riposare in frigo almeno 12 ore.

Il commento della copiona: mi lasciava piuttosto perplessa, questa preparazione e al primo assaggio non mi aveva per niente convinta. Invece, dopo averli lasciati in frigo tutta la notte, i sapori sono maturati e stamattina sono molto molto buoni!

2 commenti:

Barbara ha detto...

L'accostamento dolce salato mi ha fatto venire l'acquolina in bocca, brava, devono essere deliziosi!

Anna Podda Zoffoli ha detto...

buonissimi sì! L'importante è però farli riposare, perchè quelli mangiati oggi a pranzo erano decisamente più buoni di quelli appena fatti ieri sera!
e poi sono un po' diversi dai soliti fichi e prosciutto o fichi e gorgonzola :-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin