giovedì 6 gennaio 2011

Baccalà e cavolo nero

Continuo a cucinare, in questi ultimi giorni di festa e lo faccio con gioiosa pigrizia e senza fretta, lasciandomi ispirare da quello che trovo in casa.
Ieri sono andata al mercato e ho comprato il cavolo nero, che sta cominciando a diventare una cosa abbastanza comune anche in Romagna, dopo essere stato per parecchio tempo solo una rarità riservata ai gourmet o leccornìa per i nostalgici della madre Toscana.
Oggi l'ho cucinato e servito in accompagnamento al baccalà: l'idea era di riunire tutto in un unico tegame e far cuocere insieme, ma decisamente è più elegante tenerli separati. E poi i sapori non diventano uno solo, ma restano ben divisi anche se armonizzati.

Dosi spannometriche:

  • 1 filetto di baccalà
  • 1 cipolla dorata grande
  • olio extravergine di oliva
  • pasta d'acciuga
  • qualche pomodoro datterino
  • doppio concentrato di pomodoro
  • vino bianco
  • cavolo nero
  • aglio
  • sale e pepe

Ho affettato la cipolla e l'ho stufata con l'olio in un tegame incoperchiato.
Nel frattempo, ho lessato il cavolo nero per una decina di minuti, poi l'ho scolato e tritato piuttosto finemente con il coltello.
Ho tagliato a pezzi il baccalà e l'ho aggiunto alle cipolle e, dopo circa un quarto d'ora, ho bagnato con poco vino, ho pepato. Ho incoperchiato e lasciato cuocere per una decina di minuti.
Ho poi aggiunto i pomodorini schiacciati, un cucchiaio circa di doppio concentrato di pomodoro e due cucchiaini, più o meno, di pasta d'acciuga e ho continuato la cottura
Nel frattempo ho messo al fuoco una padella con poco olio e due spicchi d'aglio e ci ho fatto saltare il cavolo.
Ho aggiustato entrambi i piatti di sale e pepe (è obbligatorio assaggiare, perchè il baccalà è già sapido di suo e la pasta d'acciuga potrebbe rendere superflua l'aggiunta di sale) e ho servito insieme.

Il commento della copiona: si fa prima a farlo che a raccontarlo ed è un piatto non raffinato ma molto buono :-)

2 commenti:

Piero ha detto...

Rocca di Papa 07 gennaio 2010 -
Il piatto è stato molto apprezzato .... per il vino non mi sono allontanato dai Castelli Romani .. ho scelto : Virtù Romane - le Quinte - di Montecompatri. .. Tre bottiglie in quattro .. La cuoca è stata copiata e applaudita ... alla prossima.
Piero

Anna Podda Zoffoli ha detto...

proprio contenta di questo apprezzamento! e molto felice del suggerimento per il vino... grazie! :-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin