mercoledì 5 maggio 2010

Pollo in crosta di pasta sfoglia o en sarcophage

Chi ha visto il film "Il pranzo di Babette" (e magari ha letto anche il racconto di Karen Blixen dal quale è tratto) si ricorderà che una delle pietanze che la grande cuoca in incognito allestisce ai suoi estasiati ospiti erano "les cailles en sarcophage", cioè le quaglie nel sarcofago: le quaglie intere, condite con tartufo, funghi e altre meraviglie, venivano rivestite di pasta sfoglia e cotte così intere.
La mia cena di stasera, che ho modificato da una vecchia rivista inglese, assomiglia molto alla lontana al piattino di Babette e, anche se non sembra, si fa in meno di un'ora: quindi, viene comoda per servire il pollo in modo un po' diverso dal solito. Invece di farne porzioni individuali, si possono farne dei piccoli bocconcini da presentare, per esempio, come finger food.

Ho usato:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia già pronta
  • 1 petto di pollo intero, più piccolo che grande
  • 50 gr di pangrattato
  • 1 manciata di basilico fresco
  • 1 manciata di prezzemolo fresco
  • un limone
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiaiate di parmigiano grattugiato
  • 4 cucchiai di olive nere, denocciolate
  • 8 falde di pomodoro secco (non quello sott'olio)
  • sale e pepe
  • olio extravergine di oliva
  • 1 uovo o poco latte per pennellare

Accendere il forno a 220°.
Ricavare 4 filetti di uguali dimensioni dal petto di pollo, eliminando il grasso visibile, gli ossicini e le cartilagini.
Passarli velocemente in padella con un paio di cucchiai di olio extravergine, giusto il tempo che serve per far perdere il rosa alla carne. Salare e pepare leggermente e tenere da parte.
Per il ripieno, mettere in un frullatore o nella mulinetta il pangrattato, il basilico, il prezzemolo, la scorza di limone grattugiata, lo spicchio d'aglio pelato, il parmigiano, le olive nere, i pomodori stagliuzzati con le forbici: tritare finemente, aggiustare di sale e pepe e aggiungere tre cucchiai d'olio.
Srotolare la pasta, rifilarla in modo da renderla rettangolare e da ciascun rotolo ricavare quattro rettangoli: in tutto se ne devono ottenere otto.
Su quattro di questi rettangoli distribuire un po' del ripieno preparato, appoggiarvi sopra uno dei quattro filetti di pollo e ricoprire con dell'altro ripieno.
Incidere gli ultimi quattro rettangoli con tagli paralleli al centro, bagnare con poca acqua i bordi dei rettangoli già guarniti e chiuderli con quelli incisi, premendo i bordi.
Pennellare con latte o uovo (io non ce lo avevo, altrimenti avrei preferito questo, perchè esteticamente il risultato è molto migliore).
Infornare per 20-25 minuti e servire, dopo aver lasciato riposare qualche minuto, accompagnando da insalatina fresca.
Con gli avanzi, si possono fare dei grissini: spalmare l'eventuale ripieno sui ritagli di pasta, attorcigliarli su se stessi e infornare per una ventina di minuti.

Il commento della copiona: molto gustosi e anche bellini da vedere!

3 commenti:

Alessandra ha detto...

Che meraviglia il tuo pollo "nel sarcofago"! Goduriosissimo e invitantissimo! Lo copio immediatamente...Brava!
a presto,
Alessandra

Masterchef ha detto...

fantastico!!!!! copio subito al ricetta e poi la provo grazie!!!! ciao

Anna Podda Zoffoli ha detto...

sapete che è buono anche freddo il giorno dopo? :-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin