sabato 5 gennaio 2013

Zuppa vellutata disintossicante post eccessi natalizi (quinta puntata delle Cinquanta Sfumature di Verde)

Dopo tutto il mangiare di questi giorni, c'è bisogno di riposare e far riposare lo stomaco, senza però avvilire le papille gustative.
Questa è una vellutata senza sale e senza grassi, se si esclude il cucchiaio di olio extravergine di oliva che si usa per insaporire il trito iniziale. Volendo si potrebbe anche eliminare, sostituendolo con qualche cucchiaio di brodo vegetale. 
Purtroppo le vellutate sono orribili da fotografare, soprattutto quando uno ha poca voglia di farlo. E così, non fatevi fuorviare dall'orrore che metto qui e provate questa vellutata perché è spettacolosa.

Zuppa verde disintossicante
Ho usato:
  • 1 piccola cipolla dorata
  • 2 spicchi d'aglio
  • zenzero fresco
  • 2 rape tonde bianche
  • 1 broccolo verde
  • circa 250 gr di spinaci freschi
  • una manciata di prezzemolo fresco
  • 2 gambi di sedano
  • succo di limone o lime (facoltativo)
  • olio extravergine di oliva

Mettere in una capace pentola la cipolla tritata, gli spicchi d'aglio affettati e un bel pezzo di zenzero, pelato col cucchiaino (sapete come si fa, vero?) e poi affettato anch'esso.
Fare insaporire un paio di minuti, poi aggiungere le rape tagliate a pezzi, il broccolo anch'esso a pezzi (anche il gambo, pelato e a pezzetti), gli spinaci, il prezzemolo, il sedano a pezzetti.
Mescolare per far insaporire e, quando gli spinaci si saranno ridotti di volume, aggiungere tanta acqua calda quanto basta a coprire la verdura.
Far prendere bollore, abbassare la fiamma, coprire e cuocere a calore moderato fino a quando le rape e i broccoli saranno teneri.
Via dalla fiamma, vellutare il tutto con un frullatore a immersione, aggiungendo poca acqua calda se si preferisce un po' più liquida.
Servire subito.

Il commento della copiona: secondo il mio gusto, è buona così, senza aggiungere sale, olio o formaggio. Al massimo, si può spruzzare di succo di limone o lime, che con gli spinaci ci sta che è una meraviglia.
I miei familiari, meno bisognosi di me di disintossicazione, l'hanno ben condita con parmigiano e hanno aggiunto anche dei crostini di pane.
Fate un po' come vi piace di più :-D


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissima zuppa e ho anche dello zenzero che sarebbe rimasto lì a marcire.

Ora però ho una domanda: come si pela lo zenzero col cucchiaio?
Grazie,
Laura

ginger ha detto...

Usa il bordo di un cucchiaio da dessert o da caffè come se fosse un pelapatate. Si pela che è una meraviglia e rimane liscissimo.
Sarò riuscita a spiegarmi? Nel caso, fammi sapere :-)
Ciao e buon anno!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin