giovedì 10 gennaio 2013

Spezzatino di tacchino alla senape (piatto da pochi soldi, dopo le abbuffate delle feste)

Il tacchino non mi piace, neanche un po', ma quando dopo Natale vanno in svendita quelli sopravvissuti al massacro natalizio e alla Conad lo spezzatino mi viene a euro 3,20 al kg, come si fa a resistere?
Quindi, basta trovare un modo saporito e appetitoso per cucinarlo e la famiglia non alza manco un sopracciglio, anzi - spazzola tutto che è un piacere.
Non ho seguito una ricetta particolare, ho un po' in giro e alla fine ho fatto come segue.

Spezzatino di tacchino alla senape
Ho usato:

  • 1 kg circa di spezzatino di tacchino
  • circa 350 gr di trito di carota, sedano e cipolla (ho usato quello surgelato, visto che è perfetto) 
  • una bella manciata di foglie di salvia fresca
  • olio extravergine di oliva
  • 3 grossi cucchiai di senape piccante
  • poco vino bianco
  • brodo di pollo caldo 
  • poca farina
  • sale e pepe
  • riso bollito per accompagnare


Soffriggere il trito con la salvia in qualche cucchiaio d'olio e qualche cucchiaio di brodo caldo.
Aggiungere lo spezzatino e mescolare, lasciando insaporire per qualche minuto, poi bagnare con del vino bianco e farlo evaporare per metà.
Spolverizzare carne con due cucchiaiate di farina, mescolare bene, poi bagnare con brodo caldo, abbassare la fiamma e incoperchiare.
Cuocere a fiamma moderata per circa 3/4 d'ora, assaggiare ed eventualmente proseguire la cottura se serve.
Dieci minuti prima di togliere dal fuoco, sciogliere la senape in un bicchiere di brodo bollente e versarla sulla carne.
Cuocere ancora una decina di minuti senza coperchio, poi aggiustare di sale e pepe e servire con riso bollito.

Il commento della copiona: molto buono e, se fatto prima e poi riscaldato, è ancora più meglio.




1 commento:

Cuciniando ha detto...

Mica male! Mi piacciono molto le ricette con la senape ;)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin