giovedì 29 dicembre 2011

Humida (anzi humita) di Ines (non so chi sia, ma si prende il credit della ricetta)

In questo post pubblicato a luglio, avevo promesso di pubblicare le ricette dei companatici del pane con i semini, cosa che non ho mai fatto.
In primo piano spiccava l'humita, una delizia argentina, qui italianizzata, che ho mangiato per la prima volta ad un corso di intaglio di frutta e verdura, preparato da una ragazza molto simpatica che poi ho perso di vista. 
Se per caso inciampa nel mio blog e si riconosce, la saluterei molto volentieri!
*Dopo aver pubblicato la ricetta su Facebook, un'amica argentina (ciao Marcela!) ha corretto il nome di questo piattino, che è sempre girato come humida, in humiTa con la T e mi affretto a riportare la precisazione anche qui! 

Servono:
  • 1 peperone rosso, tagliato a pezzetti piccolissimi
  • 1 piccola cipolla, tritata finissima
  • 1 scatola di mais, sgocciolato e tritato alla moulinetta, fino a ridurlo a una specie di crema grossolana
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • cumino in polvere

In una padella, soffriggere nell'olio il peperone, la cipolla e il mais. Salare e insaporire con il cumino, a gusto.
Cuocere fino ad ottenere una crema bella soda.
Farla raffreddare e usarla per crostini e ripieni.

Il commento della copiona: è buonissima!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Ginger, guarda qui che memoria che ho:


http://www.coquinaria.it/forum/showthread.php?75509-Quel-che-si-è-mangiato-ieri-al-corso-d-intaglio/page2&highlight=humida

Graziella

MONIA ha detto...

la voglio provare anche xche' amo i peperoni e tutti gli ingredienti x questa salsa!!! brava copiona come sempre e BUON ANNO cara!!! ;-)))

ziacrostatina ha detto...

Gli ingredienti mi piacciono...la proverò!
Auguri...

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin