sabato 9 aprile 2011

Insalata di riso e noci

Continua il saccheggio de "La cucina delle Marche in 1200 ricette tradizionali" di Alessandro Molinari Pradelli, anche se ho seri dubbi che alcuni dei piatti là contenuti siano veramente marchigiani e soprattutto veramente tradizionali.
Questo (che qui riporto con le mie varianti) per esempio, mi fa alzare più di un sopracciglio sulla sua appartenza. Quindi, mi limiterò a considerarlo solo un piatto di notevole interesse, tralasciando di indagare ulteriormente sulla sua genesi: non faccio filologia, ma danni in cucina.

Servono:

  • 400 gr di riso Carnaroli
  • 100 gr di gherigli di noce
  • 3 uova sode
  • prezzemolo
  • erba cipollina
  • olio extravergine di oliva
  • aceto di vino
  • sale e pepe

Mettere a lessare il riso.
Nel frattempo, tritare finemente i gherigli di noce (ma senza trasformarli in farina, si devono sentire i pezzettini sotto i denti) e tenerli da parte.
Tritare il prezzemolo e l'erba cipollina (dosi occhiometriche) e tenere da parte pure quello.
Scolare il riso bene al dente, metterlo in una ciotola e condirlo con olio, aceto, sale e pepe.
Aggiungere le noci, il prezzemolo e l'erba cipollina tritate.
Sgusciare le uova, tagliarle a fettine e disporle sul riso.
Decorare con altra erba cipollina tagliuzzata.
Servire tiepido, freddo o a temperatura ambiente.

Il commento della copiona: un piatto molto divertente, un'insalata di riso interessantissima e buonissima che si presta alla fine consueta delle insalate di riso (consumate nei picnic in campagna o in riva al mare), a essere trasportata in un barattolino per un pranzo veloce in ufficio ma anche, se ben presentata (per esempio modellata in appositi stampini) ad essere servita in monoporzioni come antipasto leggero in una cena placée.

1 commento:

Francesca_lasuafra ha detto...

ginger, a me non sembra sia marchigiana, però di certo deve essere buona!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin