lunedì 20 dicembre 2010

Mele al forno col latte condensato

Le mele crude non mi piacciono perchè mi ricordano anni di collegio nei quali erano l'unico frutto a tavola per settimane (questo fa tanto Sarah Crewe...).
Però, adoro le mele cotte: nelle torte, nei crumble o semplicemente fatte al forno con poco zucchero e cannella.
Non potevo non provare questa ricetta, proveniente da una vecchissima mailing list e che profuma la casa di bontà invernale e natalizia intanto che si cuoce.

Servono:

  • 6 mele (io ho usato le stark, ma qualsiasi qualità, meglio se un po' asprigna e adatta alla cottura va bene)
  • un barattolo di latte condensato zuccherato
  • cannella a piacere (e siccome a me piace molto, la uso "ad libidinem", come diceva quello che aveva idee poco chiare ma desideri molto trasparenti)
  • frutta secca a piacere (noci, nocciole, anacardi, uvetta ecc.)

Si accende il forno a 160° e si preparano una pirofila adeguata a contenere le mele ed un'altra adeguata a contenere la prima, per poter cuocere a bagnomaria.
Le mele si privano del torsolo e si toglie una piccola striscia di buccia tutt'intorno al foro della parte superiore. Se necessario, togliere anche una fettina dal fondo per permettere alle mele di stare bene in piedi e disporle nella pirofila.
Riempire il foro con la la frutta a pezzetti.
In una ciotola, mescolare il latte condensato con un cucchiaio d'acqua e tanta cannella quanta ne piace poi distribuirlo sulle mele.
Mettere la pirofila dentro un'altra più grande e riempirla d'acqua fino a un dito dal bordo superiore. Infornare per un'ora circa o fino a quando le mele si saranno ammorbidite: durante la cottura, bagnarle di tanto in tanto col sughetto che formeranno.
Farle intiepidire in forno e servirle: aspettatevi mugolii di piacere...

Il commento della copiona: se le mele cotte vi fanno venire in mente soggiorni ospedalieri o le visite alla nonna alla casa di riposo, toglietevelo dalla mente. Questo è un piatto più adatto a rientrare in un manuale di cucina afrodisiaca che nel menu quotidiano dei dispeptici.

1 commento:

Letiziando ha detto...

Mi avevi già convinto con la lista degli ingredienti, poi ho letto la ricetta e credo che prima che arrivi il week end, miagolerò al lampione di fronte a casa, dopo averne gustata una ^_^

Bacio e buone feste
diariodicucina.blogspot.com

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin