lunedì 30 agosto 2010

Fusilli con la rucola e il parmigiano

Ho un rapporto conflittuale con la rucola. Quando ero piccola, ricordo la mia mamma che ne andava pazza... e all'epoca la rucola era piccantissima e si andava a raccogliere nei campi. Io non riuscivo a capire come si potesse mangiare quell'erba dal profumo e dal sapore così pungente.
Quando è esplosa la rucolamania, negli anni '80, sono passata dal disgusto all'indifferenza.
Ho cominciato ad assaggiarla, a dosi omeopatiche e solo e sempre nelle insalate, da poco tempo.
La mia collega Bea, però, mangia quasi ogni giorno la pasta con la rucola e il parmigiano e a forza di sentirne parlare mi è venuta voglia di provarla.
Mi serviva anche una scusa per provare questo nuovo aggeggino comprato in Provenza, una specie di fobice multilama per tagliare erbe aromatiche.
Ho usato la ricetta dell'Antichef Letizia Nucciotti, che si differenzia da quella della Bea per la sola presenza dell'aglio.

Ho usato:
  • 500 gr di fusilli
  • un mazzetto abbondante di rucola
  • parmigiano
  • olio extravergine di oliva
  • due grossi spicchi d'aglio
  • pepe

Il condimento si prepara intanto che la pasta si cuoce.
La rucola, lavata e asciugata, si tagliuzza sottile con le forbici (anche quelle normali) o un coltello affilato. Volendo, tenerne da parte qualche foglia intera per la guarnizione.
Si mette in una zuppiera aggiungendo abbondante parmigiano grattugiato e un po' di pepe e si mescola.
In un padellino, si mette olio extravergine di oliva e vi si aggiungono i due spicchi d'aglio, tritati finissimi.
Un minuto prima del termine di cottura della pasta, si scalda l'olio con l'aglio, spegnendo la fiamma dopo il primo bollo (non deve friggere, solo scaldarsi bene).
Si scola la pasta, si versa nella zuppiera mescolando subito bene. Poi si aggiunge l'olio e si mescola ancora.
Servire subito, con altro parmigiano.
Il sale non è necessario: quello nell'acqua di cottura della pasta, unito alla naturale sapidità del parmigiano, ne rendono inutile l'aggiunta.

Il commento della copiona: sapete cosa? Sarà banale, questo piatto, ma proprio perchè consumo la rucola così raramente mi è piaciuto tantissimo! E Tommaso, il cui piatto preferito è il prosciutto al cartoccio (cioè crudo o cotto, mangiato direttamente dall'incarto della salumeria, per non fare la fatica di cucinare ;-D ) ha voluto pure sapere come si fa!

5 commenti:

Federica ha detto...

io non lo trovo banale...anzi!direi proprio buonissimo!!ciao!

MarinaV ha detto...

Mmmm... chissà se il Gatto la digerirebbe...

Anna Podda Zoffoli ha detto...

grazie care :-)

marinuccia bella, che gatto???? o_0

Elisabetta ha detto...

sai che neanche a me piace molto la rucola!!! Ma questa pasta dev'essere deliziosa!!

Ti prego!!! voglio anch'io quelle forbiciiii!!! uuuuuh bellissimeeeee

Anna Podda Zoffoli ha detto...

comodissime!!! secondo me fra un po' arrivano anche qua da noi :-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin