domenica 14 marzo 2010

Filettini di pollo ai frutti invernali


In origine era una ricetta di Sophie Dudemaine, pubblicata su una rivista francese: io l'ho modificata un po' nelle dosi e negli ingredienti.

Servono:
  • 2 petti di pollo interi
  • 200 gr di pancetta arrotolata, più magra che grassa
  • 2 mele sode
  • 2 pere sode
  • 2 scalogni
  • 2 noci di burro
  • 2 cucchiai d'olio
  • mezzo bicchere abbondante di vino bianco
  • sale e pepe

Sbucciare e tritare gli scalogni e tenerli da parte.
Dalla pancetta, ricavare delle striscioline e tenere da parte.
Sbucciare le pere e le mele e ricavarne delle fette piuttosto spesse, poi farle dorare per cinque minuti a fuoco medio con una noce di burro. Tenerle da parte.
Dai petti di pollo, ricavare delle striscioline.
Nella padella dove ha soffritto la frutta, aggiungere un'altra noce di burro e l'olio e rosolarvi i filettini di pollo a fuoco vivo, fino a quando perdono il rosa e cominciano a dorare.
A questo punto, aggiungere la pancetta e gli scalogni e continuare a cuocere ancora per qualche minuto.
Salare, pepare e deglassare col vino bianco.
Aggiungere la frutta tenuta da parte, riscaldare per un paio di minuti e servire subito.

Il commento della copiona: velocissimo e molto buono. L'importante è che la frutta sia bella soda e non venga troppo cotta: deve rimanere croccante!

giovedì 11 marzo 2010

99 colombe per l'Abruzzo



99 colombe come le 99 cannelle della fontana dell'Aquila... un'iniziativa di alcuni foodblogger per dare una mano alla Sorelle Nurzia, storica azienda di delizie abruzzesi, a ricominciare a volare.

sabato 6 marzo 2010

Polenta di Storo nella slowcooker e gelato di fragole istantaneo

Per oggi, avevo premeditato una giornata di assoluto fannullismo.
Reduce da una settimana come sempre impegnativa e con di fronte una sorta di giro panoramico dell'Italia che mi porterà da nord a sud e viceversa neanche trasportassi primizie in un camion frigorifero, avevo deciso di trascorrere pigre ore immersa nella lettura e con la mano affondata nel pelo del gatto.
Il libro è finito troppo presto, il gatto si è stufato di me e mi ha sdegnosamente abbandonata per la sua cesta e io - volente o nolente - ho dovuto trovarmi un'occupazione che mi soddisfacesse senza mettere in pericolo i miei propositi cultural-contemplativi.
Cosa meglio di cucinare qualcosa, usando solo le risorse presenti in casa?
Ecco che mi è venuto in mente di fare la polenta nella slowcooker, per consumare un bel pacco di farina di Storo prossima alla scadenza. Per accompagnamento, bistecchine di maiale cotte nella birra, così hanno fatto tanto sughetto.
Per dessert, un gelato istantaneo fatto con la frutta congelata, pieno di ricordi.
La ricetta di un gelato fatto in questo modo ci fu dettata - in tedesco! - dall'insegnante di quella lingua, l'ultimo giorno di scuola della quarta liceo. C'era la panna, invece dello yoghurt e le dosi erano probabilmente diverse, ma non me ne sono più dimenticata e l'ho fatto parecchie volte, prima di sposarmi.
La ricetta che ho usato qui viene - credo - da un libro del bimby, con qualche modifica.

per la polenta nella slowcooker ho usato:
  • 300 gr di farina gialla di Storo
  • 1,400 lt di acqua bollente
  • sale
  • burro

Per iniziare, ho unto per bene le pareti della slowcooker.
Ho versato l'acqua bollente nella pentola, ho aggiunto un paio di noci di burro, sale.
Ho versato a pioggia la farina, amalgamandola bene con la frusta e poi ho cotto 1 ora su high e due ore su low, mescolando con la frusta una volta ogni ora, circa.
Il risultato? una polenta perfetta, la migliore che abbia mai fatto... anche perchè la farina di Storo è fantastica e ha sicuramente giocato la sua parte :-)
La foto non rende, perchè mi ero dimenticata di farla e alla fine ho raccolto in una ciotola gli avanzi della pentola, compresa la crosticina (deliziosa ma pochissima!) che si era formata in qualche punto.


Per il gelato istantaneo ho usato il bimby, ma qualsiasi frullatore potente può andare bene:
  • 500 gr di fragole surgelate
  • 150 gr di yoghurt greco intero
  • 120 gr di zucchero a velo
  • una tazzina da caffè di panna liquida

Ho messo nel bimby le fragole con lo zucchero e ho lavorato per qualche secondo a vel. 3-4: non devo liquefarsi, anzi io ho lasciato anche qualche pezzettino che si sentisse sotto i denti.
Poi ho aggiunto lo yoghurt e la panna e ho mantecato per circa 50 secondi a velocità crescente 3-6-8.
Viene un fantastico gelato, naturalissimo! Servire subito

Il commento della copiona: adoro le giornate di pigrizia! :-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin